Informativa Cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando sul pulsante in basso.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Main menu

news

news (13)

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE UNDER 35 AL WORKSHOP “ SEMPLICEMENTE CORRO”

AVVISO PUBBLICO
PER LA SELEZIONE DI PARTECIPANTI UNDER 35 AL WORKSHOP “ SEMPLICEMENTE CORRO”
DAL 24 AL 26 GENNAIO 2019 A CURSI
A CURA DELL’ASSOCIAZIONE NEXTAB CON L’ARTISTA GIOVANNI GAGGIA


Progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – nell’ambito dell’avviso pubblico “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”

Il Workshop “semplicemente corro”, rivolto da un minimo di 9 partecipanti, si svolgerà presso il Palazzo De Donno, sede dell’Ecomuseo della Pietra Leccese dal 24 al 26 Gennaio 2019.
Le tre giornate del workshop saranno fra loro interdipendenti. La prima sarà di conoscenza dei passaggi fondamentali del linguaggio performativo nella storia dell'arte che hanno portato alla performance dell'oggi. In particolare, si analizzeranno le differenze tra la performance degli anni 70, quando il corpo era usato, violato e si faceva carico di problematiche sociali e politiche, quella di ieri, in cui prevale una forte componente spirituale che reagisce agli aspetti cruenti ed alienanti della società per ritornare oggi ad una azione che si fa di nuovo carico di questioni politiche. Il secondo momento andrà a toccare una sfera più intima. Ogni partecipante dovrà portare un oggetto che ritiene abbia segnato in modo importante la propria esistenza, che sia legato al senso del viaggio, fisico o spirituale e verrà invitato a condividerne con gli altri la personale valenza simbolica ed affettiva. Il terzo ed ultimo atto riguarderà l'azione dal vivo ed il rapporto diretto con il pubblico, ovvero l'altro da sé. Al fianco di Gaggia in questo cammino: Tommaso Evangelista Docente – Critico D'arte e curatore presso il CAMUSAC Museo D'Arte Contemporanea di Cassino. Restituzione pubblica sabato 26 gennaio 2019.

DESTINATARI
Coerentemente con la vocazione del progetto PARCO SENZA CONFINI, i destinatari della Call sono giovani artisti nazionali e/o internazionali di età inferiore ai 35 anni. Il workshop si terrà a Cursi presso Palazzo De Donno dal 24 al 26 Gennaio 2019. Con il presente avviso non è posta in essere alcuna procedura concorsuale, né paraconcorsuale, né è prevista alcuna graduatoria di merito a tal fine.

 

SCARICA INTERO DOCUMENTO

LEGGI TUTTO

AVVISO PUBBLICO FORMAZIONE OPERATORI ECOMUSEALI

AVVISO PUBBLICO

PER LA SELEZIONE DI N. 10 GIOVANI UNDER 35

PER LA FORMAZIONE DI OPERATORI ECOMUSEALI,

ATTUAZIONE MACROFASE 2 DEL PROGETTO PARCO SENZA CONFINI

 

Progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – nell’ambito dell’avviso pubblico “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”

AGGIORNAMENTO: Rispetto alla data indicata nel documento, la scadenza per le candidature è prorogata al 7 novembre 2018 

Con il presente avviso pubblico, l’Associazione Ecomuseo della Pietra Leccese e l’Istituto di Culture Mediterranee (ICM) intendono dare attuazione alle attività previste dal progetto “PARCO SENZA CONFINI”, progetto cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, nell’ambito dell’Avviso Giovani per la Valorizzazione dei Beni Pubblici, bando rivolto alle Regioni dell’Obiettivo Convergenza, che punta alla valorizzazione dei beni patrimoniali delle Pubbliche Amministrazioni, per promuoverne l’accessibilità e la fruizione collettiva, con il coinvolgimento attivo dei giovani dei quali favorire imprenditoria e occupazione sociale.

“Parco Senza Confini” è promosso dall’Associazione Ecomuseo della Pietra Leccese ONLUS, soggetto capofila, insieme ai partner Istituto di Culture Mediterranee, Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo, Sourceland società cooperativa, Accademia del Rinascimento Mediterraneo, Associazione Amici dell’Olivo Secolare del Salento, Associazione Oikos Sostenibile, NexTab-Laboratori d’Arte e Architettura. Al progetto aderiscono, in qualità di associati esterni, il Comune di Cursi, l’Unione dei Comuni Entroterra Idruntino, la Provincia di Lecce e l’Associazione Giovani Artisti Italiani - GAI.

 

 

FINALITÀ, OGGETTO E DESTINATARI DELL’AVVISO

La finalità del presente avviso è quella di formare 10 giovani operatori ecomuseali e di garantire ai selezionati una conoscenza ricca del territorio del Parco, che tenga insieme i temi decisivi per la tutela e valorizzazione delle risorse culturali e ambientali dei luoghi, fornendo loro gli strumenti necessari a gestire il sistema ecomuseale, mediante l’acquisizione di consapevolezza e padronanza dei luoghi, sia quelli già noti ed inseriti dentro i principali circuiti turistici, sia quelli meno noti, inediti alla fruizione collettiva, da immaginare in un sistema integrato.

 

I giovani operatori ecomuseali saranno formati da un team di esperti su argomenti inerenti:

- la storia dell’architettura, dell’arte, e delle testimonianze archeologiche del patrimonio culturale diffuso,

- gli aspetti botanici del paesaggio rurale,

- gli aspetti ambientali geomorfologici, vegetazionali e le proprietà geologiche che caratterizzano i paesaggi estrattivi, lo loro genesi e le proprietà principali della pietra leccese,

- le strategie per la rigenerazione dei luoghi mediante interventi di land art, site specific, e mediante il riciclo delle risorse ambientali,

- l’attivazione di processi innovativi di fruizione e gestione dei luoghi,

- strumenti e nozioni per la descrizione digitale dei luoghi, sviluppo di contenuti e tecnologie digitali,

- la didattica museale.

- la comunicazione e promozione ecomuseale.

 

I destinatari del presente avviso pertanto sono i giovani della provincia di Lecce under 35 con competenze archeologiche, naturalistiche, agronomiche in beni culturali e paesaggistiche.

 

AGGIORNAMENTO: Rispetto alla data indicata nel documento, la scadenza per le candidature è prorogata al 7 novembre 2018 

SCARICA INTERO DOCUMENTO > clicca qui

 

Il periodo di svolgimento delle lezioni sarà cadenzato tra novembre e gennaio 2018.

 

 

 

LEGGI TUTTO

AVVISO PUBBLICO per la Selezione di 10 Volontari

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 10 VOLONTARI UNDER 35 ALLA RESIDENZA ARTISTICA “RICAMI DI PIETRA”
DAL 27 OTTOBRE AL 4 NOVEMBRE A CURSI
 -
A CURA DELL’ASSOCIAZIONE NEXTAB CON L’ARTISTA GIANFRANCO BASSO
SCADENZA ISCRIZIONI ore 12.00 del 25 ottobre

Progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – nell’ambito dell’avviso pubblico “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”

Per il periodo di residenza d’artista a Cursi (Le), Gianfranco Basso ha pensato di focalizzare l’attenzione sulla pratica del ricamo e del cucito.
È il desiderio di recuperare una manualità spesso sacrificata da una società tecnologica e virtuale, che lo ha spinto a organizzare un periodo di confronto tra artisti che utilizzano queste pratiche come mezzo d’indagine, e alcune ricamatrici locali che ancora utilizzano il ricamo come mezzo espressivo per realizzare complementi d’arredo, merletti, copriletti, o centrini decorativi. Fulcro del progetto di residenza sarà lo scambio culturale tra artisti che operano nel mondo dell’arte contemporanea e ricamatrici locali.
Da una parte c’è chi intende il ricamo esclusivamente come mezzo per il proprio processo creativo, dall’altra le ricamatrici che di questa pratica ne hanno fatto il proprio lavoro o il loro passatempo preferito. Gli artisti avranno l’opportunità di acquisire nuove tecniche di ricamo o di cucito trasmesse direttamente da chi ne conosce i segreti e i valori antropologici e culturali. Inoltre, tre giovani artiste, Giulia Gazza, Serena Laterza e Maria Cristina Frisullo che già sperimentano con la tecnica del ricamo, faranno da tutor, “racconteranno” il proprio processo creativo favorendo l’incontro con la comunità.
Gli artisti coinvolti, lasceranno il loro segno ricamato su lenzuola prese direttamente dalla “cascia” (cassa in cui veniva conservata la dote), creando una stratificazione di memoria tra passato e presente. Lenzuola candide vivranno il presente non più come oggetto decorativo ma come supporto capace di accogliere le diverse identità degli artisti. Infine sarà la pietra di Cursi il supporto per il ricamo, attraverso una tecnica di incisione i ricami, diventeranno ricami di pietra.

Gianfranco Basso ha voluto fortemente essere affiancato nel progetto di residenza dall’artista Giovanni Gaggia artista poliedrico, famose sono le sue azioni performative legate alla tecnica del ricamo.

 

DESTINATARI

Coerentemente con la vocazione del progetto PARCO SENZA CONFINI volto a valorizzare in chiave contemporanea la memoria storica del territorio, i destinatari della Call sono giovani artisti nazionali e/o internazionali di età inferiore ai 35 anni che abbiano in corso o intendano sviluppare ricerche legate al territorio attraverso temi quali, ad esempio, la multiculturalità, la riattivazione della memoria e della storia del territorio attraverso pratiche come il ricamo con l'obiettivo di generare nuove visioni del panorama, del contesto, del paesaggio. I destinatari inoltre avranno la possibilità di seguire il processo creativo che sta a monte della realizzazione di un lavoro artistico, confrontandosi con gli artisti stessi, partecipando attivamente a tutte le fasi di sviluppo. Il periodo di svolgimento della residenza che avrà luogo a Cursi va dal 27 ottobre al 4 novembre 2018 . Con il presente avviso non è posta in essere alcuna procedura concorsuale, né paraconcorsuale, né è prevista alcuna graduatoria di merito a tal fine.

ATTENZIONE: RISPETTO ALLA DATA INDICATA NEL PDF, LA SCADENZA PER LE ISCRIZIONI E' FISSATA PER IL 25 OTTOBRE ALLE ORE 12.00

scarica il bando

 

CREDITS: Foto ricamo di PUGLIAMUSEI - MUSEO DEL RICAMO A MANO DEI PIZZI E DEI MERLETTI DI CASTRIGNANO DEI GRECI - COLLEZIONE PRIVATA

LEGGI TUTTO

In una Notte Senza Luna

L'opera di Michele Sambin, è un lavoro scenico/pittorico/musicale, un distillato del percorso nell'arte dell'artista.

Il suo percorso nelle arti è segnato dal desiderio di comunicare mettendo in dialogo i diversi linguaggi, la pittura e la musica innanzitutto, poi corpo, gesto, spazio.
Nell'opera "In una notte senza Luna" tutti questi elementi sono messi in gioco per dare sostanza a un'opera che sfugge alle definizioni.
Lo strumento protagonista è la pittura di luce, un dispositivo tecnologico che consente all'artista di dipingere dal vivo in presenza degli spettatori. 


In "In una notte senza Luna" il supporto della pittura è dato dal paesaggio; la profondità è determinata da migliaia di foglie che formano le chiome degli alberi.
I segni di luce colpiscono questa materia e il pennello digitale fa emergere dal buio immagini immateriali che si materializzano sulla superficie viva degli olivi. La performance nasce nel e per il Salento, terra in cui la presenza degli ulivi è imprescindibile dal paesaggio. 

Il lavoro di Sambin accende i riflettori su questo paesaggio oggi posto sotto minaccia offrendo spunti per la salvaguardia. 
La particolarità dell'opera è infatti, data dall'attenzione al territorio. Di tutta questa esperienza non resterà traccia.
Il supporto di questa particolare forma di pittura infatti è la memoria degli spettatori che l'hanno vissuta: gradualmente la pittura bidimensionale si trasforma in spazio tridimensionale che gli spettatori sono invitati a percorre,diventando così parte di un paesaggio vivo in movimento.


Domenica 9 settembre 2018 - Ore 20.00

Palmariggi - Parco degli Olivi Secolari- Contrada San Nicola

 

Vai all'evento su facebook

LEGGI TUTTO

Like An Ocean With Its Waves

Sarah Ciraci presenta "Like An Ocean With Its Waves" opera inedita che si richiama alla fisica quantistica ricercando un legame con la spiritualità orientale: la realtà non è qualcosa di oggettivo che esiste a prescindere da noi, ma cambia a seconda del punto di vista dell’osservatore.
In un affresco digitale composto da due proiezioni video identiche, speculari fra loro, si muovono le onde del mare, riprese da un drone, che, toccandosi, creano un’interferenza che produce immagini pescate dal mondo fenomenico: galassie, particelle, montagne, alberi e persone comuni; in questo modo la Ciracì evidenzia la natura immateriale della realtà fenomenica, rappresentata metaforicamente dal mare, che con le sue onde genera forme continue.

L'evento è organizzato da Luigi Manca e dall'associazione NexTab nell'ambito delle manifestazioni del progetto Parco Senza Confini, progetto di Ecomuseo della Pietra Leccese con Istituto Culture Mediterranee, Sourceland Società Cooperativa di Sviluppo, Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo, NexTab, Oikos Sostenibile, Accademia del Rinascimento Mediterraneo, Associazione Amici Olivo Secolare del Salento nell'ambito dell'avviso pubblico "Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici" Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù.


31 Agosto 2018 - Dalle 20.00 
Palazzo De Donno -  P.zza Pio XII - CURSI (Le)

Pagina Facebook dell'Evento

LEGGI TUTTO

PARCO SENZA CONFINI, IL PROGETTO

L’iniziativa ha come finalità la creazione di un sistema di sviluppo e occupazione giovanile e verrà presentata domenica 22 luglio alle ore 19.30 in piazza Pio XII a Cursi.
Il progetto “Parco senza Confini” nasce con l’obiettivo di creare un percorso sulle principali aree di interesse del territorio, quelle relative agli archetipi del paesaggio salentino ossia: pietra, olivo ed ecosistemi naturali.
Capofila del progetto è l’Ecomuseo della Pietra leccese, una realtà unica nel suo genere, che ha come finalità quella di attivare un sistema eco-museale diffuso che valorizzi lo storico patrimonio materiale e immateriale legato alla secolare attività estrattiva della pietra leccese e le architetture che ne derivano nell’area di Cursi e paesi limitrofi.
Nell’ambito del Parco senza confini, Oikos uno dei partner del progetto, ha organizzato per domenica 22 luglio a Cursi, il Festival della Sostenibilità e delle relazioni. Durante la tavola rotonda che si svolgerà alle 19.30 nell’atrio del Palazzo comunale, la project manager Vittoria De Luca e il sindaco di Cursi Antonio Melcore presenteranno i dettagli di questa innovativa realtà che prenderà vita attraverso tre aree di sviluppo: arte, ospitalità e paesaggio.
Nel corso della presentazione interverranno anche Katia Manca operatrice culturale e fondatrice di Oikos Sostenibile che presenterà il marchio di qualità, mentre Luigi Manca, presidente di NextTab, descriverà le residenze artistiche che a partire da lunedì 23 luglio si svolgeranno all’interno del Parco senza confini. Questo innovativo progetto prevede la realizzazione di un sistema ambientale, culturale, turistico ed ecomuseale diffuso nell’entroterra idruntino, orientato alla ricerca sul contemporaneo e il paesaggio storico.

L’iniziativa ha come finalità la creazione di un sistema di governance di sviluppo, occupazione e imprenditorialità giovanile che coniughi i temi dell’arte, del turismo, della cultura e dell’enogastronomia. Tre gli obiettivi specifici:

1. Favorire l’organizzazione di un sistema eco-museale diffuso, efficiente ed articolato (archeologia, architettura, arte, natura, paesaggio);

2. Promuovere un modello di ospitalità e residenzialità artistica, finalizzata alla fruizione dialogica dei luoghi e dei contesti territoriali attraverso le forme del contemporaneo (land art, visual art, design);

3. Promuovere la cultura agricola, eno gastronomica e ambientale come leva di educazione, di crescita e di lavoro per le nuove generazioni.

Per raggiungere questi obiettivi, il Parco Senza Confini intende: dare sfogo e libertà di espressione ai giovani artisti, attraverso la realizzazione di due residenze che prenderanno vita a partire da lunedì 23 luglio, divulgare la cultura agricola ed enogastronomica, con la creazione del marchio di qualità, e costruire nuove opportunità di lavoro per le nuove generazioni grazie alla formazione pensata ad hoc e ad un nuovo modello di ospitalità.

Ospiti del Festival della Sostenibilità, domenica 22 luglio: La Municipal e Mino De Santis.

Associazioni partner di progetto: Associazione Ecomuseo della Pietra Leccese; Associazione Istituto di Culture Mediterranee; Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo; Sourceland società cooperativa; Accademia del Rinascimento Mediterraneo; Associazione Amici dell’Olivo Secolare del Salento; Associazione Oikos Sostenibile; NexTab-Laboratori d’Arte e Architettura.

Associati esterni: Comune di Cursi, Unione dei Comuni Entroterra Idruntino, Provincia di Lecce e GAI Giovani Artisti Italiani

Per info: Eleonora Moscara mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LEGGI TUTTO

Anemos / L'Opera di Gianfranco Basso

Il 3 agosto verrà presentata a Cursi, dal curatore Carmelo Cipriani, l'opera di Gianfranco Basso "Anemos".
Anima, in greco Anemos, che significa soffio, vento. L'opera è ricca di fili rossi, lunghi, che si muovono e si liberano nello spazio. Le anime, esili fili fragili, rappresentano l'uomo contemporaneo svuotato dai valori fondamentali. Ogni corda rappresenta un essere vivente ignaro di essere trascinato ogni giorno dal Vento. Trasportato da un flusso infinito di eventi, di suoni, di immagini, di profumi e stimoli.
L'anima è legata a doppio nodo col cuore. Per questo la performance presenta dei piccoli cuori di cotone ricamati a mano racchiusi in un piccolo porta reliquie di plastica. Emozioni e suggestione sono garantite.
Vi aspettiamo a Cursi per parlare di arte

Segui l'evento su facebook

 

LEGGI TUTTO

Residenze Artistiche

Parco senza confini presenta le residenze artistiche: dal 23 al 29 Luglio 2018 l’artista Guendalina Salini realizza "Come Unità": un'opera di arte relazionale in cui l'azione di annodare fili colorati vuole essere un dispositivo per intrecciare e unire le storie personali e comunitarie e organizzarle in un unico ordito, attivando processi di scambio e incontro.

LEGGI TUTTO

Proiezione Vento di Soave@Corte in Festa

Parco Senza Confini è anche cinema. All'interno dell'iniziativa Corte in Festa, in programma per domenica 22 Luglio a Cursi, è prevista la proiezione del film Vento di Soave di Corrado Punzi.

Tre storie di ostinata ma contraddittoria opposizione al gigante industriale raccontano il conflitto tra le narrazioni del progresso e i danni sociosanitari in un territorio a vocazione agricola. Il film ha vinto il premio della giuria al prestigioso "Hot Docs Canadian International Documentary Festival" 2018 di Toronto.

LEGGI TUTTO

Festival della Sostenibilità e delle Relazioni@Cursi

Domenica 22 Luglio torna, a Cursi, il Festival della Sostenibilità e delle Relazioni, organizzato da Oikos Sostenibile, nell’ambito del progetto Parco Senza Confini. Anche quest’anno avrà come protagonisti l’arte, la cultura, la musica, l’artigianato, l’agricoltura, la mobilità sostenibile, la comunità e il paesaggio racchiusi in un connubio che mira alla valorizzazione e alla scoperta, al di là del puro consumo culturale.
Quello che si preannuncia è un ricco pomeriggio di festa e attività, con enogastronomia e artigianato in pista già dalle 18 e con percorsi di Trekking urbano e passeggiate naturalistiche, a piedi o in bicicletta fruibili dalle 18.30.
Alle 19 prenderà forma la performance dell’artista Guendalina Salini mentre dalle 19.30, l’atrio del palazzo del Municipio, sarà animato dalla tavola rotonda pronta ad accogliere Operatori culturali, esperti, tecnici e addetti ai lavori per un dialogo e un confronto sulla straordinaria opportunità rappresentata dal turismo culturale e sostenibilità ambientale. In questa circostanza sarà presentato il Progetto Parco Senza Confini, il partenariato, il logo e le finalità. La serata prosegue con la proiezione del film “Vento di Soave” di Corrado Punzi, presso Palazzo De Donno alle 21.30. Il film ha vinto il premio della giuria al prestigioso "Hot Docs Canadian International Documentary Festival" 2018 di Toronto. Tre storie di ostinata ma contraddittoria opposizione al gigante industriale raccontano il conflitto tra le narrazioni del progresso e i danni sociosanitari in un territorio a vocazione agricola.
Si prosegue con l’esibizione musicale di Mino De Santis, cantautore che racconta il Salento in maniera esilarante, pungente e romantica, storie piccole ma dense di risvolti profondi, spesso metaforiche e di tanto in tanto anche ironiche o commoventi alle 23 per poi giungere alle 24 quando, protagonista del palco, diventerà La Municipàl, band composta da Carmine e Isabella Tundo, caratterizzata da un pop raffinato e melodico e dai ritornelli enfatici. Per gli eventi, si consiglia la prenotazioni. I posti sono limitati.

Seguendo le pagine social https://www.facebook.com/Parco-Senza-Confini-1805176133141152/
e parco_s_confini (instagram) potrete ricevere aggiornamenti e informazioni.

LEGGI TUTTO
Subscribe to this RSS feed